• Spiaggia di Baratti

Il golfo di Baratti

Il piccolo Golfo di Baratti è senza ombra di dubbio una delle spiagge più belle della Costa degli Etruschi, e perché no, dell’intero litorale toscano.

Situato a pochi chilometri da Piombino, Baratti è un luogo senza tempo, con la sua necropoli etrusca, le sue spiagge brillanti e la natura incontaminata.

Brevi cenni storici

Il Golfo di Baratti si affaccia sulla Costa degli Etruschi, sede di numerosi insediamenti di questa famosa ed enigmatica civiltà.

Gli Etruschi si stabilirono in questa zona in antichità, approfittando della posizione strategica del Golfo. A Baratti infatti gli Etruschi lavoravano l’ematite, un minerale proveniente dalla vicina isola d’Elba, dal quale ricavavano il ferro.

La spiaggia di Baratti

Baratti è certamente una di quelle spiagge che fa innamorare e che accontenta tutti i suoi visitatori. Caratterizzata da un’atmosfera unica, vi si respira un’aria di pace e di tranquillità.

Il golfo è infatti circondato da una vera e propria oasi di natura: colline verdi, attraversate da sentieri sterrati che si aprono su panorami meravigliosi e su piccoli gioielli nascosti, come la Casa Esagono e la Casa Dinosauro.

Se vi stancate del mare e del sole e non siete amanti delle camminate, non temete: appena dietro la spiaggia svettano pini dove cercare un po’ di frescura e ombra.

Oggi a Baratti rimane solo un piccolo porto turistico molto pittoresco, ma un tempo era uno dei centri nevralgici della civiltà etrusca, non solo per il commercio ma anche per la lavorazione del ferro, proveniente dall’Elba.

Noterete infatti che ancora oggi la sabbia è caratterizzata da un colore scuro, che brilla sotto i raggi del sole.

Stabilimenti balneari

Baratti è un piccolo paradiso anche per i più piccoli, grazie alla sabbia fine che permette di costruire castelli a non finire, il fondale basso e cristallino, la presenza di numerosi bar e locali come punto di appoggio. La spiaggia è prevalentemente libera, così come molte altre lungo il litorale toscano.

Tuttavia, se non volete letteralmente “caricarvi” di roba (come spesso accade a chi viaggia con bambini piccoli) troverete anche degli stabilimenti balneari. Gli stabilimenti balneari che trovate sulla spiaggia di Baratti sono il Bagno Altamarea e il Bagno Baratti, assolutamente da prenotare nei weekend, se non volete ritrovarvi senza ombrellone.

Se decidete di recarvi alla spiaggia attrezzata, cogliete quest’occasione per noleggiare un pedalò e andare un poco a largo. Le acque del golfo sono normalmente molto tranquille, quindi non farete troppa fatica e potrete godervi lo spettacolo dei colori del mare in estate.

Se non vi accontentate, Baratti è un’ottima meta per fare snorkeling e immersioni. Se non avete la vostra attrezzatura e non ve la sentite di avventurarvi in acque che non conoscete, recatevi al porto e troverete chi vi può aiutare.

I fondali di Baratti sono famosi per la loro flora e fauna e negli anni sono stati fatti numerosi ritrovamenti risalenti ad epoca etrusca, i quali sono esposti nel museo di Piombino e in quello di Populonia.

Se siete amanti della natura e delle passeggiate, non perdetevi una visita alla Buca delle Fate. Seguite le indicazioni e troverete facilmente il sentiero che da Baratti vi porta a questa minuscola baia, situata alle pendici di una scogliera, raggiungibile solo a piedi e caratterizzata da un’acqua cristallina e trasparente.

A Baratti con il Cane

Anche i nostri amici a quattro zampe sono i benvenuti a Baratti: se volete portare i vostri cani in spiaggia a Baratti, recatevi nel tratto di spiaggia ubicato tra la Chiesa di San Cerbone e il Casone. La spiaggia è libera e i vostri amici animali possono nuotare tranquilli.

A Baratti i cani sono i benvenuti anche nel Parco Archeologico di Baratti e Populonia, che si estende per circa 80 ettari, perfetta per passeggiare con i vostri animali e godere allo stesso tempo della bellezza del golfo.

Oltre il mare: cosa vedere a Baratti e Populonia

Il Golfo e il complesso museale situato tra Baratti e Populonia fanno parte dei Parchi della Val di Cornia.

La parte bassa è situata a Baratti, dove ancora oggi si può ammirare la necropoli con le caratteristiche tombe a tumulo in ottimo stato di conservazione e i vecchi forni adibiti all’attività industriale, dove venivano lavorati i metalli provenienti dall’ Elba al fine di ricavarne il ferro.

Baratti è ancora collegata a Populonia da sentieri nel bosco, ma non temete: se non volete ripercorrere i passi degli Etruschi in un’afosa giornata d’estate, potete tranquillamente raggiungere la parte alta del Parco Archeologico di Baratti e Populonia in auto. C’è un parcheggio molto ampio all’entrata del borgo.

Populonia è l’unica città etrusca che si affaccia sul mare e si può ancora visitare l’antica acropoli, con i templi, i vecchi insediamenti e strade di epoca romana.

Se non volete visitare il complesso museale, che tuttavia mi sento di consigliare, non perdete l’occasione di fare due passi a Populonia, un borgo medievale di una bellezza unica. Se andate nel tardo pomeriggio, potete salire sulla torre e godervi il panorama dell’arcipelago toscano che si staglia su un cielo tinto di rosso.

Come arrivare a Baratti

Il modo migliore per arrivare è sicuramente in macchina, ma va detto che i parcheggi in alta stagione scarseggiano. Per evitarvi lo stress di dover trovare un posto per la vostra auto, potete lasciarla al parcheggio all’altezza del bivio per Baratti e da lì proseguire a piedi o meglio ancora, soprattutto se viaggiate con i vostri bambini, la navetta. Per arrivare a Baratti, uscite dalla SS1 (la superstrada che collega Livorno a Grosseto) a San Vincenzo Nord o a Venturina e da lì proseguite in direzione di Piombino, e seguite le indicazioni per Baratti

Se non avete un’auto, non temete: potete prendere il treno fino alla stazione di San Vincenzo. Se avete fortuna, troverete un collegamento fino alla minuscola stazione di Populonia Stazione, piccolissima frazione molto vicina a Baratti, dove vi consiglio comunque di fermarvi per comprare qualche spuntino e frutta fresca prima di andare in spiaggia. Se il treno non fosse disponibile, potete prendere un bus in direzione Piombino. L’ufficio delle informazioni turistiche di San Vincenzo è aperto tutti i giorni in estate e si trova proprio alla stazione, quindi vi sarà facile trovare un collegamento.


Richiedi Informazioni

Ghiacci Vecchi

Via dei Granai 29, 57021- Venturina Terme (LI)

Ottieni indicazioni

Iscriviti alla newsletter

  • Clicca qui per leggere i termini sull'uso dei dati personali
    * campi richiesti

Ghiacci Vecchi

Via dei Granai 29, 57021- Venturina Terme (LI)
Telefono 1: +39 0565 846537 Telefono 2: +39 334 930 0696
cell: +39 335 5284680
mail: info@ghiaccivecchi.it